Valid XHTML 1.0 Transitional     Valid CSS!

F.lli. Piccolo, un' antica vocazione Agricola

Olio

Caratteristiche DOP

Attualmente nel nostro paese hanno ricevuto il riconoscimento da parte dell'Unione Europea n. 24 Denominazioni di Origine Protetta e n. 1 Indicazione Geografica Protetta. Nell'ambito del D.O.P. "Terra di Bari" sono state costituite tre sottozone:"Castel del Monte", "Bitonto", "Terra dei Trulli e delle Grotte". Il territorio amministrativo dei comuni di Minervino Murge, Canosa, Barletta, Andria, Corato, Trani, Risceglie, Altamura, Poggiorsini, Gravina e Spinazzola costituisce la zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell'olio extravergine di oliva D.O.P. "Terra di Bari", accompagnato dalla menzione geografica aggiuntiva "Castel del Monte".

Olio Secondo il disciplinare di produzione del D.O.P. "Terra di Bari", allegato al Decreto 4/9/98 del Ministero per le Politiche Agricole G.U. n. 227 del 29/9/98, la D.O.P. "Terra di Bari", accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva "Castel del Monte" e' riservata all'olio extravergine d'oliva ottenuto dalla varieta' di olivo Coratina presente negli oliveti in misura non inferiore all'80%. Possono altresi', concorrere altre varieta' presenti, presenti da sole o congiuntamente negli oliveti in misura non superiore al 20%. Le condizioni ambientali e di coltura, i sesti d'impianto, le forme di allevamento e i sistemi di potatura devono essere quelli tradizionalmente usati per non modificare le caratteristiche delle olive e degli olii, quindi sono idonei da tali punti di vista gli oliveti coltivati in forma specializzata, con allevamento a vaso tronco-conico con sesti compresi tra 13 x 13 per le coltivazioni piu' antiche e 7 x 7 per quelle piu' recenti, i cui terreni sono caratterizzati in maniera maggiormente diffusa da terra rossa poggiante sulla roccia calcarea. La produzione massima di olive non puo' superare kg. 10.000 per ettaro, la resa massima delle olive in olio non puo' superare il 22%. Anche in annate eccezionalmente favorevoli la resa dovra' essere riportata sui limiti predetti attraverso accurata cernita purche' la produzione globale non superi di oltre il 20% i limiti massimi sopra indicati. La raccolta delle olive deve avvenire direttamente dalla pianta a mano o con mezzi meccanici. Per l'estrazione dell'olio sono ammessi soltanto i processi meccanici e fisici atti a garantire l'ottenimento di olii senza alcuna alterazione delle caratteristiche qualitative contenute nel frutto. Le operazioni di oleificazione devono avvenire entro due giorni dalla raccolta delle olive. All'atto dell'immissione al consumo l'olio extravergine di oliva a denominazione d'origine controllata "Terra di Bari", accompagnata dalla menzione geografica "Castel del Monte", deve rispondere alle seguenti caratteristiche: colore: verde con riflessi gialli; odore: di fruttato intenso; sapore: fruttato con sensazione media di amaro e piccante; acidita' massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a grammi 0,5 per 100 grammi d'olio.

Galleria Foto

Guarda tutte le foto
    Powered by     SEI snc